Li definiscono silenziosi, sono i libri dove a raccontare sono le immagini. Per la meraviglia che suscitano lasciano spesso SENZA PAROLE, ma i Silent Book hanno molto da dire e parlano a tutti, basta spalancare gli occhi, tuffarcisi dentro e sognare tra le pagine.

La Fiera del Libro per Ragazzi di Bologna promuove dal 2014 il Silent Book Contest. A questo link potete vedere la mostra virtuale dei finalisti 2020 https://silentbookcontest.com/exhibition/
Ibby Italia ha dato vita al progetto di cooperazione internazionale Silent Book Destinazione Lampedusa per dotare l'isola di una biblioteca per ragazzi, al di là di ogni barriera linguistica (https://www.ibbyitalia.it/progetti/ibby-libri-senza-parole-lampedusa/).

Includi: tutti i seguenti filtri
× Nomi Wiesner, David <1956->

Trovati 2 documenti.

Martedi
5 0 0
Materiale linguistico moderno

Wiesner, David <1956->

Martedi / David Wiesner

Roma : Orecchio acerbo, c2016

Abstract: Sull’imbrunire di un martedì qualunque. Uno stagno alla periferia della città. Tra le canne, la nascente luna piena illumina la scena. Foglie di ninfea distese sulle acque. Rane e rospi morbidamente posati sulle foglie. La brezza è fresca e leggera, ideale per il decollo. Ed ecco, foglie come tappeti volanti, prendere il volo una rana, poi un rospo, poi a decine, centinaia, migliaia. Curiosi osservano il volo gli uccelli; sorpreso li scruta un uomo dalla finestra della cucina; di nulla si accorge la signora addormentata davanti alla tv; fugge impaurito il cane da guardia… Ma s’è fatto giorno, bisogna tornare allo stagno. E per una settimana tutti a investigare sul fenomeno, a cercare una spiegazione. Fino a quando, il martedì successivo…

Mr. Ubik!
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Wiesner, David <1956->

Mr. Ubik! / David Wiesner

Roma : Orecchio acerbo, c2014

Abstract: Sdraiato tra topolini meccanici e false matasse di lana, Mister Ubik si sta vistosamente annoiando. Ma ecco, d'improvviso, risvegliata la sua attenzione. Là, sotto il termosifone, c'è un gran fermento! Nessuno si è accorto che la piccola astronave non è un giocattolo, e neppure che da essa è disceso un gruppo di minuscoli alieni. Nessuno, tranne Mister Ubik. Scoperti, gli alieni sono sfuggiti ai suoi artigli e hanno trovato rifugio presso le formiche, che subito hanno fraternizzato con loro aiutandoli a riparare l'astronave in avaria. Mister Ubik è vigile e attento, ma nulla può contro l'astuzia e l'agilità degli alieni. Riguadagnata fortunosamente l'astronave, dalla finestra s'involeranno di nuovo nello spazio. In casa nessuno si è accorto di nulla. E in pochi conoscerebbero questa storia se le formiche non l'avessero tramandata nei loro graffiti